esercizi in palestra

Che cos’è la panca ad inversione e a cosa serve?

Posted by

La panca a inversione, detta anche panca a inversione gravitazionale, è un attrezzo molto innovativo che permette di risolvere temporaneamente alcuni problemi legati alla colonna vertebrale, grazie a un trattamento progressivo e mirato sulla posizione del corpo che viene sospeso in varie inclinazioni. Raggiungere una determinata posizione inclinata, infatti, è spesso per chi soffre di mal di schiena frequente o dolori alle articolazioni una soluzione confortevole che gradualmente può contribuire a migliorare la condizione fisica e la postura dell’utente.

Come funziona la panca ad inversione?

La panca ad inversione è costituita da un solido piedistallo è da un supporto movibile composto da schienale e poggiapiedi con ancoraggio. Sul piedistallo sono anche innestate due maniglie che permettono all’utente di reggersi durante le inversioni. Infatti, l’utente assicura la parte anteriore del suo corpo all’ancoraggio suddetto, legando con le apposite cinghie i piedi e le caviglie, mentre spingendosi con le braccia effettua le inversioni gravitazionali. In questo modo la forza di gravità giocherà sul corpo e soprattutto sulle articolazioni un’azione di decompressione.

Si tratta di una forza diametralmente opposta a quella che di solito il nostro corpo riceve quando siamo in posizione eretta. Dunque, l’utente sospeso a testa in giù va a sollecitare quelle articolazioni provocando un momento di notevole sollievo per chi soffre di mal di schiena o di problemi alle articolazioni. on un uso progressivo di questo attrezzo si potrebbe migliorare la postura e ridurre i problemi alla schiena che spesso ci affliggono durante la vita quotidiana.

Come scegliere la giusta panca ad inversione?

Quando si acquista per utilizzo personale in casa è bene scegliere la panca ad inversione migliore. In primo luogo si devono valutare attentamente le dimensioni della panca: tutti i modelli sono senza ombra di dubbio regolabili, ma è bene valutare fino a quanto in lunghezza la panca può essere regolata.

Inoltre, ricordate che su questo attrezzo verrete sospesi e capovolti a testa in giù, quindi un parametro che deve essere consultato prioritariamente è la capacità di carico in termini di peso. Importante risulta anche l’ergonomia del modello che deve essere adeguatamente ottimizzata in modo da garantire una maggiore stabilità e agilità del corpo. Le cinghie di ancoraggio devono poi essere solide, resistenti ma non devono comprimere o stringere eccessivamente. Valutate la qualità dei materiali con cui è realizzata la panca, prediligendo un prodotto solido e durevole nel tempo e dal rivestimento che sia resistente ai graffi e che non assorba il sudore. Vi sono poi alcuni modelli più professionali di altri, il che va a condizionare naturalmente anche i prezzi se più o meno economici. Questo parametro va valutato in base all’uso che dovrete fare della panca, se continuo e progressivo, se solamente temporaneo o ancora se condiviso.

I vantaggi e le eventuali controindicazioni dell’uso di una panca ad inversione.

Come ampiamente detto nei paragrafi precedenti, la panca ad inversione gravitazionale dona un sollievo istantaneo a chi la utilizza dal dolore alle articolazioni o alla colonna vertebrale poiché attua un’azione di decompressione e di riposizionamento della struttura ossea. I vantaggi di questo attrezzo sono dunque proprio quelli di un progressivo miglioramento dai problemi legati alla schiena e alla postura.

Tuttavia, dobbiamo sottolineare che la panca di inversione gravitazionale non è ufficialmente una pratica terapeutica e per questo non viene utilizzata dalla fisioterapia tradizionale. Infatti, per la medicina ufficiale la panca provoca da un lato un sollievo immediato delle forme di dolore, ma non si tratta di una condizione permanente che possa provocare un beneficio continuativo all’utente che ne usufruisce.

Il sollievo è dovuto proprio alla distensione della muscolatura e della struttura ossea durante il capovolgimento, dunque la panca ad inversione può essere adatta a chi vuole godersi alcuni momenti di sollievo dal dolore, cercando anche di abituare il proprio corpo ad una distensione e un rilassamento della muscolatura. Tuttavia, la panca a inversione gravitazionale non è uno strumento adatto a tutti, soprattutto è altamente sconsigliata agli individui cardiopatici poiché una posizione a testa in giù potrebbe provocare un aumento della frequenza cardiaca, un aumento di ossigeno è una conseguente maggiore gittata cardiaca.

La panca viene sconsigliata anche alle donne incinte, a chi soffre di obesità, a coloro i quali sono affetti da osteoporosi, a chi soffre di ipertensione, a chi ha subito fratture ossee o a chi ha delle protesi ossee oppure, ancora, a chi ha subito un distacco della retina. Prima di procedere all’acquisto e all’utilizzo di una attrezzo simile è sempre bene chiedere consiglio al proprio medico di riferimento per essere certi che l’utilizzo della panca a inversione gravitazionale non possa provocare ulteriori scompensi fisici.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *